Sostituzione infissi detrazione ecobonus e bonus casa

Fino al 2024 sarà possibile eseguire la sostituzione infissi con detrazione statale ecobonus o bonus casa. In entrambi i casi avrai diritto al 50% di detrazione in 10 anni, allora quale dei 2 incentivi scegliere?

Ecco una facile guida che ti permetterà di capire velocemente (senza annoiarti a leggere ore e ore di “burocratese”) quale incentivo è meglio per te:

Bonus casa (detto anche bonus ristrutturazione edilizia)
Ecobonus (detto anche riqualificazione energetica, ex 65%)

Indice

Sostituzione infissi detrazione ecobonus o bonus casa?
Come funziona la detrazione per sostituzione infissi?
Come detrarre la sostituzione infissi se non si hanno tasse da pagare?
Quando conviene il bonus casa?
Quando conviene l’Ecobonus?
Cambiano i limiti di spesa massima per sostituzione infissi?

Sostituzione infissi detrazione ecobonus o bonus casa?

Come appena accennato entrambe le detrazioni per finestre permettono di scontare il 50% della spesa in 10 anni, cambiano alcuni aspetti:

La detrazione massima che è:

Bonus casa: 48.000 euro
Ecobonus: 60.000 euro

Il requisito termico minimo per accedere all’agevolazione fiscale che nel caso di zona climatica E (la maggior parte dell’Italia) equivale a:

Bonus casa: 1.4 W/m2k
Ecobonus: 1.3 W/m2k

Per il bonus casa però non è indispensabile il valore termico se l’infisso è in un locale non riscaldato, infatti:

Bonus casa: Si possono detrarre tutti gli infissi
Ecobonus: Si possono detrarre solo gli infissi installati in un vano riscaldato (ad esempio non è possibile detrarre la porta del garage)

Tra i 2 bonus cambia anche chi può accedervi:

Bonus casa: Solo persone fisiche (privati)
Ecobonus: Persone fisiche e persone giuridiche (aziende)

Variano anche i permessi necessari per eseguire i lavori:

Bonus casa: Occorre una pratica edilizia tipo Scia, Cila di almeno manutenzione ordinaria
Ecobonus: Basta una autodichiarazione.

Come vedi ci sono sostanziali differenze che possono far preferire un incentivo piuttosto che un altro e presto ti mostrerò quando scegleire Ecobonus e quando bonus casa, ora vediamo come funzionano i 2 incentivi.

sostituzione infissi detrazione

Come funziona la detrazione per sostituzione infissi?

Una volta finiti i lavori, saldato le fatture con bonifici parlanti e fatto la pratica Enea, consegnerai tutto al commercialista che provvederà a farti detrarre da IRPEF O IRES il 50% della spesa in 10 anni.

Esempio: finestre da €10.000, spetta una detrazione di €5.000 che a sua volta potrai scaricarti dalle tasse per 500 Euro ogni anno per 10 anni.

Attenzione però, è importante avere sempre tasse da pagare, altrimenti perderai la quota spettante degli anni in cui non la potrai detrarre, facciamo un esempio con l’importo precedente:

Caso1: devo pagare 10.000 di tasse, sconto €500 e ne pago solo 9.500
Caso 2: devo pagare €500 di tasse, sconto€500 e non pago nulla
Caso 3: devo pagare €200 di tasse, sconto €200, non pago nulla ma perdo €300 di detrazione per quell’anno
Caso 4: non devo pagare tasse, non pago tasse ma perdo €500 di detrazione per quell’anno

Come detrarre la sostituzione infissi se non si hanno tasse da pagare?

Puoi chiedere al tuo fornitore di acquistare i serramenti con lo sconto immediato in fattura, in questo modo avrai diritto a scontare del 50% l’importo della sostituzione infissi fine dal primo giorno.

Attenzione che non tutti i rivenditori applicano lo sconto in fattura (non sono obbligati, è una scelta) e alcuni alzano molto i prezzi, rischi di pagare il 20-25% in più le finestre.

Con l’esempio di prima le finestre da 10.000 ti costeranno €12.000 ma con lo sconto in fattura dovrai pagarne sono 6.000.

Consiglio lo sconto in fattura a tutti i soggetti che non hanno tasse da pagare e li invidio tanto 🙂

Quando conviene il bonus casa?

Scegli di sostituire i serramenti con bonus casa quando sostituisce infissi in locali non riscaldati (esempio garage) o quando scegli infissi di sicurezza che danno diritto al bonus sicurezza (fa parte del bonus casa) che permette di eseguire i lavori senza pratica edilizia ma sarà sufficiente un auto dichiarazione di atto notorio dove si dichiara inizio lavori e che si tratta di interventi atti alla prevenzione do atti illeciti.

Attenzione che nel caso di bonus sicurezza non è possibile richiedere lo sconto in fattura.

Quando conviene l’Ecobonus?

Scegli Ecobonus quando vuoi accedere alle agevolazioni / sgravi fiscali senza dover richiedere pratiche edilizie e quando l’importo della detrazione è superiore ai 48.000 Euro.

Consiglio Ecobonus anche quando stai eseguendo una ristrutturazione edilizia in modo da non “intaccare” il limite di detrazione per bonus casa ma utilizzare il limite dell’ecobonus che ti consentirà di avere dei limiti di detrazione massima più alti.

Cambiano i limiti di spesa massima per sostituzione infissi?

Dal 15 aprile 2022 è stato pubblicato un decreto che fissa dei limiti massimi di spesa per metro quadrato di infisso (allegato A).

Sebbene alcuni dicono che tali limiti non valgano per Bonus casa, in via cautelativa sostengo che tali limiti siano gli stessi per entrambi gli incentivi.

Dello stesso mio parere sono molte associazioni di categoria, in primis l’unione nazionale dei costruttori di serramenti metallici UNICMI.

detrazione porta blindata limiti

Hai ancora dubbi e vuoi essere consigliato personalmente? Richiedi una consulenza su whatsapp:
3488926390

Oppure scegli i tuoi nuovi infissi con detrazione statale 50% su www.tecnopsnc.it.it

Ciao e al prossimo articolo,

 

 

Apri la chat
Ciao, come posso aiutarti?